Vedi il carrello "L’ambivalenza della modernità. Karl Löwith, Rudolf Bultmann e i fondamenti cristiani dell’Occidente" aggiunto correttamente al carrello.
Sfara copertina

Una filosofia della prassi. Organismi, arte e visione in Georges Canguilhem

Emiliano Sfara

22,00 €

Georges Canguilhem (1904-1995) è a detta di Foucault una figura imprescindibile per comprendere la genesi di buona parte della cultura francese del secondo dopoguerra. Il suo pensiero è anche per questo al centro d’un interesse crescente, come dimostrano i colloqui internazionali, le giornate di studio e i testi divulgativi e scientifici che gli sono stati recentemente dedicati.

Questo libro si propone di valorizzare la dignità teorica autonoma del Canguilhem filosofo, spesso trascurata in favore del suo lavoro di storico delle scienze, a partire dall’analisi di alcuni scritti e materiali inediti tra i quali spicca il corso sulla visione tenuto alla Sorbona nel 1956-1957.

Procedendo con l’analisi del rapporto tra le norme e il normale nel famoso saggio del 1943 e con il vaglio di alcuni scritti al crocevia tra il problema dell’organico, del sociale e dell’arte, il testo propone una lettura innovativa dell’opera del filosofo di Castelnaudary, mostrando l’equivocità delle letture storiografiche che lo interpretano come un allievo diretto di Gaston Bachelard e schiacciano la sua riflessione su quella del presunto maestro. Il lettore trova così in questo testo un ritratto di Canguilhem carico di una normatività rinnovata: quella di una filosofia della prassi.

Categoria: .
ISBN

9788899312206

Anno

2016

Pagine

276

Casa Editrice

Nuova Trauben

Descrizione prodotto

Emiliano Sfara

 

 

Indice

 

Prefazione:
Georges Canguilhem e l’ostacolo bachelardiano
di Fabrizio Palombi

 

Introduzione

 

  1. Un rovesciamento della ricezione di Canguilhem in Italia

1.1. La tradizionale enfasi bachelardiana

1.2. L’importanza degli scritti degli anni Trenta

1.3. Gli inediti

 

  1. Uno sguardo generale alla canguilhemiana

2.1. Distinzioni preliminari: scienza e tecnica

2.2. Macchina e Organismo

2.3. Comte e la concezione del sociale

 

  1. Le fonti: Alain e Bergson

3.1. Riflessioni sulla creazione artistica in Alain

3.2. Elementi di filosofia estetica in Bergson

3.3. La creazione artistica in Canguilhem

 

  1. Il manoscritto inedito del 1956-1957

4.1. “La vision comme modèle de la connaissance”

4.2. Il modello cartesiano

4.3. La vista e il tatto secondo Canguilhem

                             

Informazioni aggiuntive

ISBN

9788899312206

Anno

2016

Pagine

276

Casa Editrice

Nuova Trauben