Vedi il carrello "Ermeneutica, saggezza e filosofia pratica" aggiunto correttamente al carrello.
copertina Rossini

L’ambivalenza della modernità. Karl Löwith, Rudolf Bultmann e i fondamenti cristiani dell’Occidente

Manuel Rossini e Luca Montanari

30,00 €

Manuel Rossini e Luca Montanari

Autore

Manuel Rossini e Luca Montanari

ISBN

9788866980353

Anno

2014

Pagine

352

Descrizione prodotto

Karl Löwith e Rudolf Bultmann sono due tra le più grandi personalità del pensiero tedesco del XX secolo. Filosofo scettico il primo e teologo innovativo il secondo, entrambi intrecciano il loro pensiero con uno dei problemi di fondo della modernità: la relazione ambivalente, ma decisiva, tra cristianesimo e mondo moderno. La problematicità di questo stato di cose non sta tanto nel trovare una terza via alternativa alla secolare disputa tra sapere e fede, bensì nel riconoscere che entrambe le possibilità condividono aspetti costitutivi della modernità. Lungi dal proporre una semplice equazione “modernità-cristianesimo”, Löwith e Bultmann si interrogano su questo complesso rapporto a partire dal fenomeno chiamato secolarizzazione. La questione si lascia così argomentare su due livelli, che corrono paralleli fino a toccarsi. Teologia e filosofia, infatti, non solo possono guidarci nell’affrontare il problema della modernità, ma divengono una sorta di ermeneutica capace di cogliere il moderno nella sua forma compiuta. In un’epoca, la nostra, religiosamente pluralistica e che a fatica trova un unico principio all’epoca stessa e alla sua sete di religiosità, crediamo sia utile proporre due interpretazioni del moderno che riconoscono invece l’esistenza, la persistenza e l’efficacia del fondamento teologico cristiano nella coscienza e cultura occidentale. In appendice alcuni stralci del carteggio personale tra Löwith e Bultmann, per la prima volta proposti al pubblico italiano.

 


 

 

Indice :
Manuel Rossini
La «meta-critica del fondamento» di Karl Löwith: una chiave di lettura della modernità

Introduzione
Capitolo I: La crisi del fondamento I. La questione del cristianesimo: il milieu culturale di riferimento II. «Leggendo il libro della storia dall’ultima pagina alla prima» III. La crisi del fondamento e l’ontologia del declino IV. I residui del fondamento. Marx e Kierkegaard e la realizzazione della filosofia: la radicalizzazione della frattura hegeliana V. Trasfigurazioni del fondamento e la struttura del progresso
Capitolo II : Modelli teorici a confronto I. Secolarizzazione o autoaffermazione della modernità? Un terzo modello tra Löwith e Blumenberg II. Alcuni modelli teologici e Löwith
Conclusione : “Destruktionsgeschichte” e fallimento della storia

Luca Montanari

Rudolf Bultmann: Occidente e cristianesimo

Capitolo I : La fede cristiana a confronto con la secolarizzazione I. La secolarizzazione come categoria genealogica II. L’interpretazione puntuale della secolarizzazione III. L’intangibilità dell’autentico messaggio cristiano
Capitolo II : Il paradosso cristiano di storia ed escatologia I. La querelle sul metodo esegetico e sulla storia della salvezza II. Il senso della storia nell’istante escatologico
Capitolo III : L’esistenza escatologica come autentico orizzonte di fede I. Il passaggio dalla storia alla storicità dell’uomo II. La decisione per la fede e l’evento escatologico di Cristo III. Il carattere dialettico dell’esistenza escatologica IV. Il fecondo incontro tra umanesimo e cristianesimo

Appendice : Il carteggio inedito Löwith-Bultmann

Informazioni aggiuntive

Autore

Manuel Rossini e Luca Montanari

ISBN

9788866980353

Anno

2014

Pagine

352

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Scrivi la prima recensione per “L’ambivalenza della modernità. Karl Löwith, Rudolf Bultmann e i fondamenti cristiani dell’Occidente”